martedì 23 aprile 2013

Teaser Tuesday, #2

Buongiorno lettori!!! Scusate l'assenza, ma sto studiando come una matta per un esonero che avrò domani T_T ma vi prometto che appena tolto questo peso tornerò ad aggiornare blog e pagina con più frequenza!! ^^ Purtroppo sono rimasta indietro anche con le letture :( 
Ma non potevo saltare il secondo appuntamento con la rubrica Teaser Tuesday! 


Rubrica settimanale, ideata dal blog Should be reading.
Le regole sono molto semplici:
  • Prendi il libro che stai leggendo
  • Apri una pagina a caso
  • Trascrivi un breve spezzone di quella pagina
  • Attenzione a non fare spoilers!
  • Riporta titolo e autore, così se qualcuno è rimasto colpito dalla frase, può aggiungere il libro nella sua wishlist! 


Ed ecco il mio teaser! [Non dimentichiamoci che oggi è anche l'anniversario della nascita e della morte di questo 
grande poeta!]

Polonio: Pazzo per amor tuo?
Ofelia: Non lo so, padre mio, ma è questo che temo.
Polonio: Che cosa ti ha detto?
Ofelia: Mi afferrò il polso, tenendomi forte; si scosta poi di tutto il suo braccio, con l'altra mano sulla fronte, così, e scruta il mio viso con l'intensità di chi voglia disegnarlo. Stette a lungo così. Finalmente, scuotendomi un poco il braccio, dopo avere accennato tre volte su e giù con il capo, levò un sospiro di spasimo così profondo che sembrava schiantargli la persona, mettere fine al suo essere. Fatto questo mi lascia, e con il capo rivolto indietro sulle spalle parve trovare la strada senza occhi, perchè passo le porte senza il loro aiuto, e fino all'ultimo tenne la loro luce su di me.
[Amleto, Shakespeare]

E il vostro teaser qual è? :)

2 commenti:

  1. la specie a cui apparteneva viveva da lunghi secoli sulle rive di quel mare caldo, senza mai essersi allontanata e il suo orizzonte era delimitato dalla montagna, che rappresentava il confine del mondo. Certo, aveva sempre avuto davanti agli occhi l'oceano, le onde con il loro perenne inseguirsi, ma ve l'immaginate una creatura i cui pensieri non riuscivano a valicare una stretta lingua di sabbia piena di scogli?
    da "una comunità perduta" di Doris Lessing

    RispondiElimina