martedì 30 aprile 2013

Teaser Tuesday, #3

Buon martedì lettori ^_^ Dopo la gioia dei premi ricevuti, oggi è tempo diii... Teaser Tuesday!!!

Rubrica settimanale, ideata dal blog Should be reading.
Le regole sono molto semplici:
  • Prendi il libro che stai leggendo
  • Apri una pagina a caso
  • Trascrivi un breve spezzone di quella pagina
  • Attenzione a non fare spoilers!
  • Riporta titolo e autore, così se qualcuno è rimasto colpito dalla frase, può aggiungere il libro nella sua wishlist! 

Ed ecco il mio teaser di oggi tratto da Dell'amore e di altri demoni di Garcia Marquez

"Quel paesaggio invernale sarebbe divenuto la cornice di un sogno ricorrente che avrebbe perseguitato il giovane teologo per il resto della vita.Parlarono di libri, naturalmente e il vescovo non riusciva a credere che Delaura avesse letto tanto alla sua età. Lui gli parlà di Garcilaso. Il professore gli confessò di conoscerlo male, ma lo ricordava come un poeta pagano che menzionava Dio solo due volte in tutta la sua vita."


E qual è il vostro Teaser? :D

5 commenti:

  1. Ho questo libro in lista da un bel pò, credo sia il caso di leggerlo finalmente! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io lo sto iniziando ora, sembra bello! =)

      Elimina
  2. Ecco il mio (va bene qui?):
    "Dio è una forza creativa, Lestat, come lo siamo noi. Lui ha detto a Adamo: 'Crescete e moltiplicatevi'. E questo è proprio ciò che hanno fatto le prime cellule: sono cresciute, moltiplicandosi. Non hanno soltanto cambiato forma: sono riuscite a replicare se stesse. Dio è una forza creativa. Lui ha creato l'intero universo come una sua diretta emanazione, servendosi della divisione cellulare. Ecco perché i diavoli - gli angeli malvagi, intendo - sono così pieni d'invidia. Loro non sono creativi, non possiedono né corpo né cellule: sono spiriti." (Anne Rice, Il ladro di corpi)

    E' un po' lungo, ma significativo, direi...:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che va bene ^_^
      wow che frase, mi piace molto!!!

      Elimina
    2. L'ho letta la prima volta, e poi una seconda: ero tentatissima di dare ragione a Anne Rice! :-)

      Elimina