lunedì 3 giugno 2013

Recensione: I love shopping, Sophie Kinsella

Salveeeee!
Inizio la settimana con una recensione di un libro che mi è piaciuto molto!! :D
L'ho finito di leggere già due settimane fa...ho un pò di recensioni arretrate infatti <.<
Comunque basta chiacchiere, vi lascio con Rebecca Bloomwood :)

Titolo: I love shopping
Titolo originale: I love shopping
Autore: Sophie Kinsella
Editore: Mondadori
Collana: Oscar bestsellers
Pagine: 295
Prezzo: 9,50€

Becky è una giornalista carina e determinata, con una irrefrenabile passione: lo shopping. Irrefrenabile al punto da diventare una mania, che la spinge a comprare tutto: abiti, casalinghi, dolciumi, un paio di scarpe al posto di un litro di latte. In un susseguirsi di situazioni paradossali ma per nulla improbabili, "I love shopping" propone sorta di vademecum delle piccole manie del nostro tempo.

Cercavo una lettura leggera e, strano ma vero, la tv me ne ha suggerita una! Infatti il giorno stesso in cui ho finito "Dell'amore e di altri demoni" è andato in onda "I love Shopping", e così ho deciso di affidarmi alla lettura del libro da cui è tratto il film. Tralasciando la differenza abissale tra film e libro, devo dire ho apprezzato il libro davvero molto, anche più del film. 
 
La protagonista  è Rebecca Bloomwood, chiamata da tutti Becky. È una giornalista, scrive nel giornale "Far fortuna risparmiando" e si presenta sin dalle prime pagine come una compratrice compulsiva, non riesce a non comprare qualcosa, e trova sempre una buona scusa. E già da qua possiamo notare una contraddizione... una che ama spendere soldi, scrive in un giornale di risparmio?! Possiamo capire sin da subito che tipo è questa Rebecca!   

Inoltre, la sua voglia irrefrenabile di comprare non si ferma neanche quando vede che il suo conto Visa è in rosso e deve dei soldi alla banca. Va sottolineato che, pur di non pagare il debito, si inventa diverse malattie o sventure...mononucleosi, rottura di una gamba, morte di una zia! È un personaggio divertente, quasi bizzarro. Infatti ogni volta che decide di cambiare stile di vita, succede un qualcosa che la porta inevitabilmente a spendere soldi...insomma non ne va mai bene una allora nostra povera Becky!  Leggendo, quando Rebecca si ritrovava a dover decidere se comprare un vestito o chissà che altro, mi sono ritrovata a dire "Su compralo, compraloooo!", e quando lo faceva...tiravo quasi un sospiro di sollievo, come se l'avessi comprato pure io! Ma a chi non è capitato di farlo, leggendo?!  
Certo, forse Rebecca appare come una persona troppo esagerata, ma ammettiamolo, tutte noi almeno una volta ci siamo ritrovate a sognare di poter spendere centinaia di euro facendo shopping! Fortunatamente, alla fine del libro, Becky riuscirà a cambiare davvero.
In tutto ciò non può mancare l'amore per la nostra eroina, che finisce per innamorarsi di Luke Brandon, capo della società Brandon Communications.
Consiglio vivamente questo libro a chiunque abbia voglia di staccare dalla quotidianità e voglia farsi due risate; la Kinsella ha una scrittura molto scorrevole, piacevole, che non ti fa mai annoiare. 


VOTO: 

8 commenti:

  1. Carino. Come hai detto tu una lettura leggera e poco impegnativa. Ogni tanto fa bene! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì direi che ogni tanto ci meritamo uno stacco dai libri più "impegnativi" :D

      Elimina
  2. anch'io ho amato molto questo libro. Una bella lettura leggera e scorrevole, e devo ammettere che mi sono immedesimata molto in Becky XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah impossibile non immedesimarsi in Becky... ogni tanto mi capita di uscire e voler comprare di tutto! xD

      Elimina
  3. Becky mi fa morire. Credo di aver letto tutto della Kinsella, e anche un paio di romanzi da lei scritti con il suo vero nome, Madeleine Wickham, che sono altrettanto "svolazzanti", nel senso che ti alleggeriscono parecchio l'atmosfera.
    Per staccare la mente, la Kinsella è l'ideale. Devo dire che ho amato/odiato Becky nella stessa misura. Il suo impulso shopaholic mi viene davanti alle librerie, ma non ho tutta quella fantasia nel giustificare gli acquisti folli come fa lei. Quello che mi piace di questi libri è che la dipendenza di Becky la mette nei guai più terribili che si possano immaginare, ma poi riesce a rovesciarli e a usarli come leve di forza per cavarsi dalle rogne.
    Ogni tanto la riempiresti di sberle, ma poi la porteresti in un negozio per tirarle su il morale...:-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti penso non ci sia scrittrice migliore della Kinsella!
      Becky può essere considerata una sorta di amica che ti rende le giornate meno pesanti... con tutte le sue scuse, giustificazioni e casini, non può che farti ridere!
      proviamo a portarla in un negozio di libri! ahahah

      Elimina
  4. L'ho acquistato qualche anno fa, ma ancora è lì sullo scaffale che aspetta...avrei proprio voglia di un libro così frizzante e leggero :D anche perché vorrei vedere la differenza tra libro e film...magari nel pieno dell'estate mi immergerò nel pazzo mondo di Becky ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. leggilo, il divertimento è assicurato!! :D
      c'è davvero mooooolta differenza tra libro e film.... nel film è tutto stravolto o.O

      Elimina