martedì 23 luglio 2013

Recensione: "Il gioco dei ricordi" di Laura Bellini

Buoooongiornoooo!!!!
Anche se non è un bellissimo giorno, odio essere donna in certi giorni T_T (a buon intenditor poche parole! :P)
Tralasciando i miei problemi, vi lascio la recensione di questo libro che non ho amato, di più.
Dovete assolutamente leggerlo!! :D
 
Titolo: Il gioco dei ricordi
Autore: Laura Bellini
Editore: Butterfly Edizioni
Collana: Top Secret
Genere: Fantasy
Pagine: 240
Prezzo: 14,00€

Dopo il dolore causato dalla fine della sua storia con Gabriel, Ayleen ha finalmente ricominciato ad amare: si tratta di un ragazzo misterioso del quale non conosce neppure il nome, ma le è bastato sedere al suo fianco sulla riva del lago per capire che il suo posto è dov'è lui. Ma perché ha la sensazione di potersi fidare ciecamente di un uomo del quale non sa nulla mentre Tamara, la sua migliore amica, le intima di stare alla larga da lui? E se di giorno i dubbi la tormentano, la notte porta con sé incubi dai quali si risveglia immemore con un solo nome a fior di labbra: "Nathan". Gabriel e Nathan, il Bene e il Male e, nel mezzo, una maledizione che attraversa i secoli. Dalla Roma degli intrighi al naufragio del Titanic passando attraverso il Quattrocento di Caterina Sforza, Ayleen viaggerà nella Storia per compiere la scelta più dolorosa, e capirà che il segreto dell'amore riposa nel tempo che scorre sulle cose, travolgendole. Perché l'amore, esattamente come il tempo, non può essere misurato che da un metro soltanto: l'eterno.



Cos'hanno in comune il Bene e il Male? La risposta ovvia sarebbe nulla, ma non in questo romanzo. I due angeli rappresentanti il Bene e il Male, rispettivamente Gabriel e Nathan, sono innamorati della stessa ragazza, una comune mortale, Ayleen. L'equilibrio che devono mantenere nel mondo viene messo in pericolo proprio da questo amore: è un amore che dura da sempre, che ha attraversato ogni periodo storico, e nessuno dei due fratelli vuole nè rinunciare a lei nè alla loro natura da esseri immortali. Ayleen dovrà intraprendere un viaggio nel tempo per capire davvero a chi appartiene il suo cuore. Ma non sarà così semplice prendere una decisione, in quanto un fratello completa l'altro.
Il divino e l'umano si incontrano, ma il loro incontro non avrà mai un lieto fine: è stato designato per uno scopo ben più importante, la pace dell'umanità.
La storia è raccontata in prima persona da Ayleen, ma troviamo ogni tanto anche il punto di vista di Nathan e quello di Gabriel. Una tecnica impeccabile che permette di farci conoscere non solo Ayleen, ma anche i due angeli. L'autrice fa compiere a tutti e 3 i personaggi  un percorso di crescita: da semplici adolescenti diventeranno persone mature, in grado di assumersi le proprie responsabilità.
È un libro che ti cattura sin dalle prime pagine; tutto è avvolto da un alone di mistero che ti affascina ancora di più e che ti rende sempre più curioso. 
Una grande dote che va riconosciuta a Laura è la sua capacità descrittiva e si nota come dietro questo romanzo ci sia un gran lavoro di ricerche: affronta varie epoche, ma ha saputo descrivere nel modo migliore ogni ambientazione e ogni personaggio. L'unica pecca è che i viaggi nel passato durano poco, ma nonostante ciò riesce a farci percepire l'atmosfera del periodo storico visitato.
Questo è uno di quei romanzi che mi ha davvero colpita e sorpresa; un finale inaspettato, che mi è rimasto dentro. Laura ci racconta una storia d'amore talmente tanto travolgente che alla fine del libro è impossibile non versare una lacrima.
Se cercate un romanzo che parla di amore vero, raro, eterno e non scontato questo è il libro che fa per voi. 



VOTO: 


4 commenti:

  1. Grazie Giovanna! Mi hai emozionato!

    RispondiElimina
  2. Che bello questo libro *-* lo metto in wishlist! La cover è davvero magica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è bellissimo, io lo adoro!!! Leggilo appena puoi e non rimarrai delusa!! ^^

      Elimina