domenica 4 agosto 2013

Intervista a Rossana Lozzio

Buongiorno e buona domenica ^^
Che farete di bello oggi?! :)
Io ospito sul mio blog un'autrice, Rossana Lozzio!
 



-Ciao Rossana, e benvenuta nel blog!!
 Ciao e grazie di cuore per l’ospitalità.

-Ti andrebbe di parlarci un po’ di te? Chi è Rossana Lozzio?
Sinceramente, non amo parlare di me e mi piace che siano gli altri a descrivermi ma se dovessi riassumere, direi che sono una donna complicata e una persona per bene che crede nei sentimenti e in certi valori, radicati in me dall’infanzia, andati perdendosi negli anni e quindi, una persona che soffre spesso per la quasi totale assenza di riscontri in tal senso. Nonostante tutto, sono fiera di essere come sono e persisto!

- Quali sono i tuoi autori preferiti? E c’è un genere letterario che proprio non ti piace?
Non ho autori preferiti ma amo leggere le storie che mi “prendono”, purché siano scritte bene o meglio, siano fluide e scorrevoli nello stile di scrittura. Amo particolarmente Giorgio Faletti e gli sono grata perché mi ha avvicinata al genere noir, dal quale fuggivo! Un genere letterario che proprio non amo e non me ne vogliano i lettori e gli scrittori che lo praticano, è il fantasy.

-Ognuno ha i suoi gusti :P
Hai esordito nel 2005 con il tuo primo libro “Fino alla fine”. Di che si tratta? Che ricordi hai della tua prima pubblicazione?
Fino alla fine” è stato uno dei miei tanti manoscritti nel cassetto e ne è uscito, perché frequentavo un forum su internet e qualcuno, sapendo che amavo scrivere, mi chiese di leggerlo. Successivamente, in parecchi sullo stesso forum, mi spinsero a mandarlo ad un editore e a pubblicarlo e così feci, fortemente stimolata. Diversamente, credo che non avrei mai iniziato a pubblicare, non era fra i miei progetti.
E’ una storia di grandi sentimenti, di amicizia e di amore e si svolge nel mondo patinato della moda e in quello del cinema. La amo infinitamente.

- Hai poi pubblicato “Hollywood e dintorni”, “Le ali di un angelo”, “L’angolo delle fragole”, “AL Che fine ha fatto Yude?", "Una farfalla sul cuore", "Un pubblico di stelle... sorride", "Una favola per Asia", e anche due racconti: "Non so dirti di no", contenuto nell'antologia "Impronte d'amore" e “Attratta dal sole”, contenuto nell’antologia “Il primo pensiero”. A quale di questi ti senti più legata? E perché?
Sembra banale ma sono legata a tutte le mie storie. In ognuna di loro, c’è dentro qualcosa di me ed è come se fossero dei figli, non si devono avere delle preferenze!

-“L’emozione ha la tua voce” è il tuo ultimo libro pubblicato. A chi consiglieresti questo romanzo? Se dovessi descriverlo con 3 aggettivi, quali sarebbero?
L’emozione ha la tua voce” è il mio primo romanzo narrato in prima persona ed è stata un’esperienza complessa, per me. Consiglio a tutti di leggerlo, naturalmente ma in particolar modo a chi dovesse sentire il bisogno di abbandonarsi nei sentimenti e di vivere delle emozioni profonde, come quelle narrate dalla protagonista, Greta.
Tre aggettivi… difficile ma ci provo! Sentimentale, emozionante e prendendone in prestito uno da una delle mie lettrici, che mi ha espresso la sua opinione sul romanzo dopo averlo letto, concluderei con “magico”!

-Quanto i personaggi dei tuoi libri ti rispecchiano?
A volte, per niente. A volte, ci sono dentro completamente.

-Prima di pubblicare con un editore, sei passata per la strada dell’auto pubblicazione. È stato difficile arrivare ad un editore? Raccontaci la tua esperienza.
Nel mondo dell’editoria, niente è facile, a meno che tu non sia un personaggio famoso ed affermato. Ho auto pubblicato tre dei miei romanzi ed è stata una piacevole esperienza che è servita ad avvicinarmi ai miei lettori, con le prime presentazioni dei libri. Successivamente, ho iniziato la ricerca di un editore che avesse voglia di credere in me e nella mia opera, nonostante non fossi conosciuta. Non è facile, ribadisco ma se hai voglia di dimostrare qualcosa a te stessa, dopo aver messo l’anima in un romanzo che hai concluso e che ti ha convinto, devi buttarti. Poi, continuare a lavorare e lavorare e lavorare…

-Progetti futuri?
Mi occupo di parecchie cose che mi tengono impegnata. Gestisco la FanPage dedicata al mio mito Teo Teocoli (http://www.facebook.com/pages/Teo-Teocoli/215497661817617) e quella ufficiale di Alberto Fortis (http://www.facebook.com/AlbertoFortisPeople); il mio blog (http://rossanaroxielozzio.altervista.org/) ed il mio sito (http://www.roxieplace.com) e parecchi gruppi, su Facebook. Inoltre, collaboro con la rivista bimestrale Espressione Libri (http://www.espressionelibri.it/), per la quale curo la rubrica “L’arte che gira intorno”, intervistando artisti del mondo dello spettacolo.
Al momento, sono concentrata sulla promozione di “L’emozione ha la tua voce”. Poi, vedremo.

-L’intervista è finita. Grazie per essere stata qui con noi, in bocca al lupo!
Grazie a voi per avermi ospitata, un saluto a tutti i vostri lettori!

0 commenti:

Posta un commento