domenica 21 dicembre 2014

Anteprima: "A un passo dalla vita" di Thomas Melis

Titolo: A un passo dalla vita
Autore: Thomas Melis
Editore: Lettere Animate Editore
Genere: Noir/Hard Boiled
Pagine: 320
Prezzo: 1,99€ (formato ebook) / 2,99€ su Google Play Store

Link Amazon
Link Google Play Store
Link inMondadori
Link Libreria Universitaria

È una Firenze fredda, notturna e mai nominata quella che fa da palcoscenico alla storia di Calisto e dei suoi sodali, il Secco e Tamagotchi. La città è segnata dalla crisi globale, dietro l’opulenza pattinata del glorioso centro storico si nasconde la miseria dei quartieri periferici. Calisto è intelligente, ambizioso, arriva dal Meridione con un piano in mente e non ha intenzione di trasformarsi in una statistica sul mondo del precariato. Vuole tutto: tutto quello che la vita può offrire. Vuole lasciarsi alle spalle lo squallore della periferia – gli spacciatori albanesi, la prostituzione, il degrado, i rave illegali –, per conquistare lo scintillio delle bottiglie di champagne che innaffiano i privè del Nabucco e del Platinum, i due locali fashion più in voga della città. Calisto vuole tutto e sa come vincere la partita: diventando un pezzo da novanta del narcotraffico.
Cupamente, nella rappresentazione di un dramma collettivo della “generazione perduta”, schiava di un sistema socioeconomico degenere e illusa dalle favole di una televisione grottesca, si snoda questa storia di ingiustizie e tradimenti, ma anche di amicizie e amori forti tragicamente condannati. Perché il male non arriva mai per caso e la vita non dimentica mai nulla, non perdona mai nessuno. 

CITAZIONE
"Dentro la borsa trasportavamo un carico importante. Roba che ci sarebbe potuta costare almeno cinque anni, con i migliori avvocati. Si trattava di poco meno della terza parte di una mattonella da un chilo, marchiata con lo scorpione del cartello dei colombiani del Norte del Valle: ah, la globalizzazione!".

2 commenti:

  1. Ho notato che Lettere Animate pubblica moltissimi libri e tutti interessanti! Grazie per la segnalazione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, si ha l'imbarazzo della scelta!

      Elimina