martedì 26 maggio 2015

Interviste storiche - Grazia Maria Francese



- Ciao Grazia, benvenuta nel mio blog. Grazie per aver aderito a questa iniziativa! Iniziamo con una piccola presentazione, chi è Grazia Maria Francese nella vita di tutti i giorni?
Grazia Maria Francese ha 59 anni, professione medico. Oltre alla passione per il romanzo storico coltivo da anni l'interesse verso la cultura giapponese. Parlo e scrivo il giapponese discretamente e ho anche realizzato alcune traduzioni sui temi che mi interessano di più riguardo a questa cultura, cioè il Kendo (scherma giapponese) e lo Zen. 

- Come si intitola il tuo romanzo storico? Quale sfumatura ha? 
Roh Saehlo - Sole rosso. È un romanzo storico di avventura, con una forte vena sentimentale (in fondo è una storia d'amore) e qualche piccolo sconfinamento nel fantasy, ma proprio piccolo!

- Come lo presenteresti a chi ancora deve leggerlo? 
A chi non lo ha ancora letto lo presenterei così. Una storia ambientata in Italia nel VI secolo, in un momento di incontro-scontro tra due culture: quella civilizzata dei latini e quella irruente, estranea degli invasori Winnili (Longobardi). La storia di un amore contrastato e impetuoso tra il re dei Winnili e una ragazza mezzo sangue, figlia di un barbaro e di una latina.


- Com'è nata l'idea?
L'idea è nata 30 anni fa leggendo lo studio di Gian Piero Bognetti sulla storia religiosa dei Longobardi. Poi è rimasta a lungo a sedimentare in un cassetto, e alla fine ha chiesto prepotentemente di venirne fuori. Un po' sono pentita di averlo fatto, ma ormai è andata così.

- Ti andrebbe di parlarci dei personaggi del tuo romanzo?
Personaggi principali: Autharen, re dei Winnili (figura storica, ha regnato dal 584 al 590). Coraggioso, capace di donarsi in battaglia e nel governo del regno, un po' meno nel rapporto con le donne. Vanyamond, la sua concubina. È sempre stata innamorata di lui e per lui farebbe non proprio tutto, ma quasi... Theudelinda, figlia del re dei Bajuvari. La regina che Autharen deve sposare per ragioni politiche. Ereleuwa, sorella di Theudelinda: una dark lady del VI secolo. 

- Secondo te cosa deve avere un romanzo storico per attirare l'attenzione di un lettore?
Un romanzo storico può essere ambientato in qualsiasi epoca e paese, ma per attirare l'attenzione del lettore dobbiamo riuscire a fargli sentire che in quell'epoca e in quel paese ci sta vivendo lui stesso (o lei stessa). Bisogna studiare molto. Io sui Winnili volevo sapere tutto: cosa mangiavano, come si vestivano, che parolacce usavano... 

- Il miglior romanzo storico che hai letto. Il romanzo storico che amo di più è La casa sull'estuario di Daphne du Maurier. 


- Se potessi fare un viaggio nel passato, in quale periodo ti piacerebbe andare?
Un viaggio nel passato? Solo nel VI secolo per favore!  

- Su quale personaggio realmente esistito ti piacerebbe scrivere un romanzo?
Prima o poi (se ci riuscirò) scriverò un libro su Ouchi Seiran, monaco giapponese del XIX secolo

- C'è un film/telefilm storico che secondo te è da vedere assolutamente?
Un bellissimo film giapponese mai doppiato in italiano (ma si trova in rete con sottotitoli in inglese) Ten to chi to (Heaven and Earth) sulla battaglia di Kawanakajima (XVI sec.) 

- Grazie per essere stata qui con noi, in bocca al lupo per le tue future pubblicazioni! Grazie mille!

0 commenti:

Posta un commento