lunedì 4 aprile 2016

Il Pizzomunno - A spasso tra storia e leggenda

Miei cari lettori sognatori, oggi debutta una nuova rubrica! L'idea è nata dal fatto che molto spesso mi piace scoprire aneddoti e leggende legati a un determinato luogo/monumento: e quindi, perché non fare una rubrica in cui vi parlo dei posti che più hanno attirato la mia attenzione?!



© Giovanna Samanda Ricchiuti
Dalla prima volta in cui ci sono stata, Vieste, La Perla del Gargano, mi è entrata nel cuore. Quel piccolo paesino sul mare, con tutte quelle case bianche, mi dà un senso di pace e tranquillità. E poi c'è quella grande roccia a inizio della spiaggia del Castello, il Pizzomunno, che si erge con tutta la sua autorità e sembra controllare e proteggere la città.
È impossibile non rimanerne affascinati, soprattutto dopo aver letto la leggenda legata al simbolo di Vieste.




© Giovanna Samanda Ricchiuti
Si narra che ai tempi in cui Vieste era ancora un villaggio, Pizzomunno era un bellissimo pescatore del posto. Ogni giorno andava in mare con la sua barca e lì trovava le sirene che gli cantavano le loro canzoni d'amore e gli promettevano l'immortalità nel tentativo di ammaliarlo e convincerlo a restare con loro come loro re e amante. Il giovane, innamorato follemente di Cristalda, non cedeva mai. Fu così che una sera, mentre i due innamorati stavano sulla spiaggia, le sirene gelose aggredirono Cristalda e la portarono con loro nel mare; Pizzomunno tentò invano di salvare l'amata. Il giorno dopo, alcuni pescatori ritrovarono il ragazzo pietrificato dal dolore nello scoglio che oggi tutti possono ammirare.
Si dice anche che, ogni cento anni, Cristalda risale dagli abissi per ritornare dal suo Pizzomunno.
Una variante della leggenda, dice che la ragazza si chiamava Vieste o Vesta, collegando così anche il nome della città.


Quando ci si ritrova a passare davanti al Pizzomunno, è inevitabile pensare ai due giovani innamorati: è romantico pensare che i due si rincontrano ogni cento anni e che né il mare né il tempo possono spezzare il loro sentimento così forte.

Vi consiglio davvero di visitare Vieste e di farvi un bel tuffo in quel bellissimo mare!



LIBRI CHE NE PARLANO...


Lo scoglio incantato - Vanessa Vescera e Fabiana Andreozzi
Ho avuto il piacere di curare la sinossi di questa storia bellissima: Vanessa Vescera e Fabiana Andreozzi hanno dato vita a una favola incantevole, ispirate dalla leggenda del Pizzomunno.
Una maledizione colpisce una sirena, Crystal, che viene trasformata in uno scoglio e ha la possibilità di riprendere la sua vera sembianza ogni cent'anni. Il destino ha in serbo per lei delle grandi sorprese e il vero amore può arrivare quando meno te lo aspetti. 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...