mercoledì 4 ottobre 2017

Attrazioni cosmiche - Teatro de' Servi | Un lettore a teatro

ATTRAZIONI COSMICHE

di Giovanna Chiarilli
adattamento e regia di Marco Cavallaro
con Marco Cavallaro, Maria Chiara Centorami, Ramona Gargano, Marco Maria Della Vecchia, Maria Lauria, Marzia Verdecchi



Ad aprire la stagione 2017-2018 del Teatro de’ Servi ci pensa l’amore… quello cosmico!

All you need is love, ci cantavano i Beatles; c’è sempre un disperato bisogno d’amore, ci dice Giovanna Chiarilli nella commedia “Attrazioni cosmiche“ che Marco Cavallaro mette in scena, dal 26 Settembre al 15 Ottobre al Teatro de’ Servi di Roma con una produzione firmata Esagera. 
La differenza tra i due messaggi salta subito all’occhio : è quell’aggettivo, “disperato”, che così bene inquadra i nostri tempi difficili. E in effetti “Attrazioni cosmiche” non a caso apre una stagione che si mantiene nel solco della tradizione del Teatro de’ Servi, perché assai bene coniuga leggerezza e ironia con problematiche complesse, legate alla quotidianità così come la filosofia della programmazione per il 2017/18 impone, con la leggerezza e l’ironia.
Cavallaro peraltro, col suo stile inconfondibile, conferisce al suggestivo testo una briosità che sa fare convivere comico e tragico quasi con indifferenza, come se fra i due registri  non intercorresse alcun salto. L’emozione in fondo è la stessa, si rida o si pianga, si organizzi una festa o ci si arrovelli sul modo di tirare avanti per le difficoltà economiche.
Il filo conduttore della commedia è per l’appunto il veglione di capodanno, la cui preparazione unisce una galleria di personaggi che appaiono avvolti dalla precarietà ma che sembrano anche consapevoli di quanto sia essenziale l’aiuto degli altri. Quello che ne deriva è uno spettacolo spumeggiante che a seconda della sensibilità di ciascuno  può diventare un inno all’amicizia o uno spaccato del disordine sociale in cui ci dibattiamo. Ma alla fine, anche se il caos sembra prevalere, anche se le storie personali scoppiano come un fuoco di artificio, ciò che vince e in qualche modo trasforma le preoccupazioni in speranze non può essere che l’amore. Un amore che è cosmico perché abbraccia tutti e perché nessuno, anche se lo desidera, può liberarsene. Non serve neppure dire, per cercare di starne lontano, che gli uomini sono come le scarpe, c’è sempre una ragione per cui fanno male, o che ogni innamoramento finisce in un tradimento.
Accanto a Cavallaro animano lo spettacolo attori giovani ma di talento: Maria Chiara Centorami, Ramona Gargano, Marco Maria Della Vecchia, Maria Lauria, Marzia Verdecchi. Le scene sono invece firmate da Salvo Manciagli, costumi Marco Maria Della Vecchia, foto Valerio Faccini, produzione esecutiva Lisa Bizzotto ed aiuto regia da Teresa Calabrese.

INFO
Teatro de’ Servi | Via del Mortaro 22, Roma
info: 06 6795130
www.teatroservi.it

0 commenti:

Posta un commento