giovedì 6 giugno 2013

Shopping Libroso #2 e Liebster Blog Award

Buona sera a tutti!!! :D
Inizio il post di oggi mostrandovi i miei ultimo acquisti ^_^




Questo è l'ordine fatto su Amazon, ho approfittato del 20% di sconto per prendere i due Mammut di Shakespeare. Invece il libro "101 gol" l'ho preso per il mio ragazzo, scontato del 50% 

William Shakespeare - Le grandi tragedie

Le malinconie e la follia (con metodo) del principe danese Amleto, l'amore contrastato e negato di Romeo Montecchi e Giulietta Capuleti, l'ambizione sfrenata delle figlie di Lear, la brama di potere di Lady Macbeth che non si arresta davanti al delitto, la gelosia accecante di Otello: sono solo alcuni dei temi delle più note tragedie di Shakespeare, qui raccolte. Accanto e intorno a questa galleria di personaggi ruotano i caratteri del teatro tragico del Bardo: l'irruzione dell'elemento comico, le apparizioni di spiriti ultraterreni ancora non placati, i fools più saggi dei loro signori; l'esito letale e mortifero è quasi un'impasse dell'umana condizione. Nei secoli, i testi come le messe in scena delle tragedie shakespeariane non hanno mai smesso di suscitare nei lettori e nel pubblico commozione e ammirazione per la profondità dei temi e per la bellezza del geniale linguaggio poetico. Introduzione di Tommaso Pisanti.


 William Shakespeare- Le commedie

Le commedie di Shakespeare continuano ancora oggi a essere rappresentate in tuto il mondo, e conservano immutato il loro valore archetipico per il teatro moderno. Ciò vale sia per le opere in cui è il gioco di parola a tenere banco (è il caso delle commedie cosiddette "eufuistiche": "La bisbetica domata", "La commedia degli errori", "I due gentiluomini di Verona", "Pene d'amor perdute", "Sogno di una note di mezza estate"), sia per quella sorta di romance visionario e drammatico de "La tempesta" e per "il Racconto d'inverno"; per le commedie romantiche ("Come vi piace", "La dodicesima note", "Le allegre comari di Windsor"), per i drammi a lieto fine ("Tuto è bene quel che finisce bene" e "Misura per misura"), per le "tragicommedie" ("Il mercante di Venezia e "Molto rumore per nulla").

Adriano Angelini- 101 goal  che hanno cambiato la storia del calcio italiano
101 gol che hanno segnato la storia del calcio italiano: i più belli, i più memorabili, i più importanti. Reti arrivate per caso o per azioni combinate, prodezze balistiche, capolavori di tecnica o potenza. 101 gol che raccontano l'Italia del pallone, delle domeniche allo stadio, o di quelle trascorse ad ascoltare via etere la voce dei più popolari radiocronisti, sulle frequenze di Tutto il calcio minuto per minuto. Raccontano i pomeriggi e le serate incollati a una tv per le appassionanti telecronache de "La Domenica Sportiva". Squadra per squadra, per concludere con la nazionale, 101 momenti magici per ricordare le gioie e le delusioni dei tifosi, le gesta di giocatori che si sono accesi per un unico gol, o che brillano ancora nel firmamento degli eterni campioni, insieme alle intuizioni tattiche di indimenticabili allenatori. Un libro per rivivere, 101 volte ancora, quel rito collettivo che unisce, esalta e fa gioire fino a inebriare.



E questo è il libro preso lunedì in edicola! È la prima uscita della collana "Noir nella storia" e si può trovare con "La Repubblica" o "L'Espresso". Se volete avere più info sulle prossime uscite potete andare QUI

Margaret Doody-Aristotele e i veleni di Atene
Secondo i sillogismi dell'etica di Aristotele, solo nella vita teoretica, la più conforme alla sostanza razionale dell'uomo, può ritrovarsi la vera felicità e la vera virtù. Immaginarsi quindi l'imbarazzo del suo braccio destro Stefanos: andato al bordello della tenutaria Manto, si trova testimone del ritrovamento di un cadavere eccellente. E tempo dopo, nel bordello della tenutaria Trifena, assiste al famoso delitto di Frine, che osa celebrare nel pieno di un festino i misteri eleusini. Sono i veleni di Atene. In senso letterale e in senso metaforico. Il ricchissimo Ortobulos è ucciso con la cicuta, e pare un complotto di famiglia: dell'omicidio è accusata la seconda moglie, che ha nel figliastro un acerrimo nemico. Frine, la splendida etera leggendaria, è accusata di empietà, di insegnare ad adorare un nuovo Dio, un reato che prevede la pena di morte. Entrambi i processi avvelenano Atene: sono tempi fragili, la sua costituzione è debole, un brivido di rovina l'attraversa. Aristotele interviene, ripensando alla cicuta di Socrate e alle gravi conseguenze, per evitare che la metropoli ospitale dove tiene il suo Liceo finisca in mille pezzi. E nella sua acuta e conseguenziale indagine scorre la topografia della città di Atene, e passa la rassegna degli innumerevoli caratteri, delle svariate professioni, dei diversi atteggiamenti sociali, che fanno di ogni avventura poliziesca di Aristotele detective uno spaccato di scientifica attendibilità della vita quotidiana nella Città stato giunta alla sua piena maturità, sul limitare del prossimo tramonto.


E per finire... non potevo farmi mancare i nuovi Live! :D Non vi scrivo le trame, anche perchè sono 11 T_T E poi penso che ne avrete già sentito parlare abbastanza di questa seconda uscita dei Live! 


E voi avete fatto qualche nuovo acquisto?! :D

Concludo il post ringraziando Butterfliesandhurricanes per aver assegnato al mio blog il premio Liebster Blog Award! È sempre un piacere riceverne uno ^_^ Purtroppo speravo di avere tempo pure per rispondere alle domande, ma ho avuto un impegno improvviso T_T Prometto che appena posso lo faccio!

4 commenti:

  1. Ahahha praticamente i Live li hai presi tutti XD anche io ci devo andare ma non trovo mai il tempo >.< quello in edicola mi ispira parecchio, dici che c'è lo trovo domani mattina??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah non sono riuscita a trattenermi :P
      io ho visto che oggi c'era ancora, quindi penso di si ^_^

      Elimina