venerdì 21 ottobre 2016

BlogTour "Ricettario amoroso di una pasticciera in fuga" di Louise Miller [Quinta Tappa] - Recensione

Eccoci qui con l'ultima tappa del blogtour dedicato a Ricettario amoroso di una pasticciera in fuga

Oggi sul blog trovate la recensione di questo libro che sono sicura che sarà apprezzato da tutti gli amanti dei dolci. 
Prima di lasciarvi alla recensione, vi ricordo le tappe precedenti


Al termine della recensione, troverete il nome del vincitore di una copia cartacea del libro!  


Titolo: Ricettario amoroso di una pasticciera in fuga
Autore: Louise Miller
Editore: Sonzogno Editori
Prezzo: 17,50


Gli chef, si sa, hanno un brutto carattere. E non tutte le ciambelle riescono col buco. Eppure Olivia Rawlings, rinomata pasticciera del più esclusivo club di Boston, sembra fare eccezione: con le sue forme abbondanti e i capelli tinti di viola, colleziona un successo dietro l’altro, concedendosi a servizi giornalistici e apparizioni televisive, nonché a una relazione clandestina col suo datore di lavoro, padre di famiglia.  Una vita dolce e piena di sapore, almeno fino al giorno della festa per i 150 anni del club, quando Olivia, sotto gli occhi di tutti, incendia non solo la torta flambé ma l’intero locale. La sua carriera è – letteralmente – in fumo, e le tocca abbandonare il glamour della metropoli per rifugiarsi a Guthrie, uno sperduto paesino del Vermont, patria di musiche e balli folkloristici. Immersa nella vita di provincia in compagnia del cane Salty, Olivia crede di ritrovare la tranquillità necessaria per riordinare le idee. Tanto più che la burbera Margaret la assume come pasticciera nella propria locanda. Per una cittadina come lei, la casetta con veranda, il frutteto, la fragranza dei cibi genuini e le serate danzanti con la band del luogo sono un vero idillio. E l’incontro con Martin, tornato da Seattle per accudire il padre malato, la persuade di non essere più così sola al mondo. Ben presto, però, qualcosa si incrina: nel piccolo paese i pettegolezzi cominciano a girare e la nuova arrivata, dipinta come una rovinafamiglie, ne è l’oggetto preferito. Fino a quando una visita a sorpresa getterà il villaggio nello scompiglio e Olivia si troverà a dover decidere se continuare a scappare o impastare gli ingredienti che la vita sembra offrirle. E magari scoprire che quel che vuole davvero non è come lo immaginava, ma addirittura migliore.


Jamie si voltà a guardarmi proprio in quel momento: gli occhi distratti mi scivolarono addosso e subito passarono oltre. Sussurrò qualcosa all'orecchio della moglie, lei rise e spostò lo sguardo verso di me. Fu l'ultima cosa che vidi prima che il vassoio mi sfuggisse dalle dita, cadendo sul pavimento. 
La protagonista di questo romanzo è una chef pasticciera, Olivia Rawling, che ha collezionato molti successi e lavora nel noto Emerson Club di Boston. La sua vita sembra procedere bene, tra dolci e fughe clandestine con il suo capo, finché durante una cena importante non manda a fuoco l'intero locale a causa di una torta flambé. Anche se lei ancora non lo sa, quell'incendio rappresente per lei una svolta e quella sera è l'inizio della sua nuova vita: umiliata e scoraggiata, decide di andare qualche giorno dalla sua amica Hannah che abita a Guthrie, nel Vermont. 
Quello che per lei era solo un luogo in cui si recava quando voleva staccare la spina, diventapresto la sua casa: grazie all'aiuto di Hannah, trova lavoro presso la locanda di Margaret, una donna all'apparenza molto fredda e scorbutica. Dimenticata la lussuosa cucina dell'Emerson, si mette a lavorare in una cucina quasi primitiva, in cui non si sente subito a suo agio. Inoltre, Guthrie è un piccolo paesino in cui i pettegolezzi sono all'ordine del giorno, e la stessa Olivia non è esente. Ma la vita riserva per lei molte sorprese; è ora di mettersi alle spalle il passato, iniziando una nuova avventura...

La narrazione scorre veloce e lo stile è semplice e lineare: il racconto entra sin dalle prime pagine nel vivo della storia, e non ci sono noiose pagine introduttive. Ci ritroviamo subito a conoscere Olivia, questa pasticciera chef con i capelli di un colore stravagante. Una persona determinata e sicura delle sue potenzialità in cucina, ma abituata a dedicare così tanto tempo al lavoro da non avere amici. Non sempre risulterà molto simpatica, soprattutto per quel suo imputarsi sul non voler vivere a Guthrie.

I personaggi sono ben caratterizzati. A parte Olivia, ritroviamo molti altri personaggi tra cui Hannah Margaret, lo chef Alfred e Martin. Un personaggio che ti entra subito nel cuore è il padre di Martin, Henry. Sin dalla sua prima apparizione è impossibile non adorarlo: è un papà dolce, affettuoso che fa sentire Olivia sin da subito come una figlia. Non la giudica come fanno gli altri abitanti, ma ci tiene a darle consigli utili.
«Tu hai sempre voce in capitolo, ragazza mia. Non dimenticarlo. E non aspettare troppo tempo per decidere. Non prendere una decisione significa prenderla. Inoltre sarai sorpresa di scoprire quante cose possono succedere una volta che ci si è sistemati.»
L'autrice riesce a ricreare perfettamente l'ambientazione: Guthrie non è Boston, e questa differenza verrà fuori più volte. La vita in un paesino così può essere difficile all'inizio per chi è abituato a una grande città: tutti si conoscono e basta un fraintendimento per far nascere una malalingua. Inoltre non mancano elementi tipici di un paese americano, come le feste, le fiere e i balli. Olivia pur trovandosi sperduta inizialmente, apprezza pian piano la sua nuova casa e la vita in campagna si rivela una scelta azzeccata. E non è difficile immaginare Guthrie, anzi sembra di conoscerlo come se noi stessi fossimo nati e cresciuti lì.

Ma l'elemento migliore di Ricettario amoroso di una pasticciera in fuga è proprio la pasticceria. Alzi la mano chi non entra in una dimensione paradisiaca quando sente il profumo di una buona torta! Questo libro riesce a ricreare quell'atmosfera che si respira in una cucina: sono molte le descrizioni dei menù e dei preparativi di un dolce.

Ovviamente, non aspettatevi una finale con colpi di scena perché è molto prevedibile. Godetevi la storia pagina dopo pagina, e immergetevi nei sapori di una buona torta alle mele!


VOTO

E ora scopriamo chi ha vinto una copia cartacea del libro! 
Rullo di tamburi... 
   a Rafflecopter giveaway

2 commenti:

  1. Bella recensione, leggerò sicuramente questo libro ;-)
    Congratulazioni alla vincitrice 😉

    RispondiElimina
  2. Grazie mille,
    scusa per il ritardo nella risposta! :D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...